Forum Camere di Commercio logo

L

Il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio è un’Associazione nata nel 2001 che unisce le Camere di Commercio appartenenti alle regioni costiere del bacino dell’Adriatico e dello Ionio.

Il suo scopo è quello di promuovere lo sviluppo economico dell’area adriatica e ionica, rafforzare le relazioni fra gli enti camerali dei Paesi transfrontalieri, favorire la cooperazione giuridica e amministrativa armonizzando le procedure tra Paesi, diffondere la cultura di impresa, attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori del territorio.

Finalità ed obiettivi del Forum

Mission

Sorta all’indomani dei drammatici eventi che hanno scosso l’Area dei Balcani Occidentali, l’Associazione ha assunto il prioritario obiettivo di promuovere la cooperazione territoriale per favorire la stabilità politica ed economica nella regione adriatico ionica e per creare una solida base per il processo di integrazione europea dei Paesi che si affacciano sui mari Adriatico e Ionio.

Ad oggi il quadro geopolitico in cui opera il Forum è profondamente cambiato: Slovenia e Croazia sono membri dell’Unione Europea e anche gli altri Paesi del versante orientale, pur con tempi differenti, hanno avviato il percorso di avvicinamento alle istituzioni comunitarie nel quadro del Processo di Stabilizzazione.

Tuttavia le ragioni che hanno determinato la nascita del Forum hanno mantenuto la loro validità nel corso di questi anni dove ancora alto è il fabbisogno in termini di integrazione economica, ambientale e culturale, e dove è ancora attuale il tema dell’integrazione europea e dell’allargamento, con particolare attenzione alle condizioni di sicurezza e legalità.

Relazioni Internazionali

Il sistema delle relazioni istituzionali dell’Associazione si è sviluppato nel corso degli anni sia internamente all’Area Adriatico Ionica che al di fuori di essa. Al suo interno sono ormai consolidati i rapporti di collaborazione con l’Iniziativa Adriatico Ionica, rete intergovernativa degli otto stati coinvolti nella Strategia Macroregionale (Italia, Croazia, Slovenia, Grecia, Bosnia Erzegovina, Serbia, Montenegro e Albania) nonché principale promotore della Strategia EUSAIR, con l’Euroregione Adriatico Ionica, il Forum delle Città, la Rete delle Università Uniadrion ed anche con il network delle Aree protette costiere e marine dell’Adriatico AdriaPAN.

A riprova di ciò, oltre a numerose iniziative realizzate congiuntamente, va segnalata la sottoscrizione durante la XIII Edizione del Forum svoltasi a Međugorje nel 2013 della Dichiarazione di Intenti per il Segretariato Adriatico Ionico Integrato tra il Segretariato Permanente dell’Iniziativa Adriatico Ionica e i tre Fora (Forum AIC, Forum delle Città e Uniadrion), volta a rafforzare la cooperazione tra la società civile, rappresentata dai Fora, e il Segretariato Permanente IAI e portare la propria voce ed esperienza in tutte le istituzioni europee e presso i singoli governi dei Paesi dell’area.

Forte l’impegno del Forum AIC anche oltre i confini della Macroregione Adriatico Ionica.

Numerose le iniziative condivise con l’Associazione delle Camere di Commercio e Industria del Mediterraneo (ASCAME) con la quale il Forum AIC nel 2008 ha stipulato un Protocollo di intesa nella prospettiva di incrementare le opportunità di cooperazione e partenariato in diversi ambiti settoriali condividendo i lavori delle Commissioni e dei Tavoli di lavoro con cui entrambe le Associazioni operano.

Di rilievo anche il protocollo d’intesa siglato in occasione della XI Edizione del Forum AIC a Budva (Montenegro) nel 2011 con l’Iniziativa Centrale Europea (INCE), con lo scopo di rafforzare le relazioni e la cooperazione in progettualità riferite a settori di comune interesse e per attrarre risorse internazionali aggiuntive (fondi europei) per co-finanziare i rispettivi progetti ed attività con particolare riguarda all’Area del Sud Est Europa.

Significativo il riconoscimento nel 2011 del Forum AIC come “Correspondent member” della rete EUROCHAMBRES, ossia in qualità di membro associato al pari di altri organismi di rete o unioni nazionali di camere di commercio non appartenenti all’Unione Europea che sostengono questo importante network europeo di camere di commercio.

Di particolare interesse anche il coinvolgimento del Forum AIC in qualità di “Associated member” nella Rete europea NECSTouR (rete europea delle regioni per la promozione di un turismo sostenibile e competitivo), a dimostrazione dell’attenzione dell’Associazione al tema del turismo sostenibile anche alla luce della virtuosa esperienza maturata con il marchio ADRION.

Metodologia di lavoro

L’Associazione, come strumento di confronto della società civile ed in particolare delle imprese e degli enti deputati a rappresentarle, si è impegnata subito dopo la sua costituzione in un lavoro di profonda analisi della condizione economica e sociale dei singoli territori, nella valutazione delle diversità e nella ricerca di soluzioni che potessero permettere uno scambio mutuamente vantaggioso.

Al fine di meglio coordinare le proprie attività, e sulla scorta di quanto emerso da questi primi anni di analisi e reciproca conoscenza, si è proceduto nel 2006 all’individuazione di tematiche di interesse comune prioritarie cui ha fatto seguito la creazione di sei Tavoli di lavoro dedicati: Agricoltura, Ambiente, Imprenditoria Femminile, Pesca e Acquicoltura, Trasporti, Turismo. Tavoli che sono stati recentemente riorganizzati facendo confluire le stesse tematiche su 4 nuovi Workgroup sulla base dei Pilastri della Strategia Europea per la Regione Adriatico Ionica e nominando due Camere di Commercio – con diverso Paese di provenienza – alla guida di ogni Workgroup: Crescita Blu, Trasporti, Qualità ambientale e agricoltura, Turismo e Imprenditoria femminile, essendo quest’ultima tematica coerente con le priorità trasversali “Ricerca, innovazione e sviluppo delle PMI/Capacity building”.

Dal punto di vista metodologico il Forum AIC organizza un’edizione annuale itinerante e focalizzata su temi di interesse per il mondo delle imprese; in tale ambito si riuniscono anche i Tavoli di lavoro tematici.

All’edizione annuale il Forum AIC aggiunge periodicamente altre iniziative come BtoB meeting, corsi di formazione, seminari tematici, partecipazione a fiere, azioni di trasferimento tecnologico, ecc. solitamente autofinanziati, ma anche e sempre più spesso, rientranti nell’ambito di progetti di cooperazione transfrontaliera e/o transnazionale co-finanziati da risorse straordinarie di derivazione europea, nazionale e regionale, e dunque non gravanti, se non in parte, né sull’Associazione, nè sugli enti promotori, nè sulle imprese di volta in volta coinvolte.

La possibilità di intercettare tali risorse si è meglio configurata da quando il Forum AIC nel 2010 si è dotato di un Gruppo di Lavoro sulla Progettazione Europea appositamente costituito con tale finalità e sorretto dal lavoro di esperti e tecnici del settore messi a disposizione da molte delle Camere socie.

Dalla data della sua costituzione ad oggi, grazie al lavoro di questo Gruppo, il Forum si è adoperato in un’attività di progettazione europea su bandi ed iniziative che hanno visto come beneficiario diretto o il Forum AIC stesso o alcune Camere associate alla rete indirettamente coinvolte grazie all’intermediazione dell’Associazione. Sono state dunque attivate risorse finanziarie che hanno consentito di realizzare azioni concrete su diversi temi come in particolare il turismo, l’innovazione, la tutela della proprietà intellettuale, e su numerose altre attività a favore dello sviluppo delle PMI.

Membri Ordinari