EUSAIR – Bringing the Green Deal to the Region

 

Lead Partner
Forum AIC

Durata del Progetto
Giugno 2021- Marzo 2022

Project Budget
EUR 74 800

Contesto del progetto:

Il progetto “EUSAIR – Bringing the Green Deal to the Region” finanziato dalla DG Regio mira a sensibilizzare la Governance e la comunità EUSAIR sull’adozione del Green Deal, incoraggiando i paesi partecipanti all’EUSAIR e i loro rappresentanti ad agire in modo più sostenibile nel lavoro e nella vita quotidiana, anche promuovendo l’ecoinnovazione e la crescita verde attraverso il Green Public Procurement (GPP).

 

Obiettivi di progetto:

Il progetto in questione prevede la consultazione dei key implementers e main stakeholders EUSAIR dei 9 paesi che sono gli stessi ad organizzare eventi nell’Area Adriatico-Ionica per discutere questioni importanti e prendere decisioni. Durante implementazione del progetto, andremo ad analizzare e confrontare le pratiche di governance EUSAIR pre-Covid19 acquisendo informazione sugli eventi organizzati nel 2018. Questo ci permetterà di definire le baseline e stabilire milestones e target (2025-2030-2050). Successivamente si elaborerà un sistema di monitoraggio e una strategia/linee guida pratiche per organizzare eventi sostenibili successivamente al periodo di emergenza sanitaria. Inoltre nel corso dei prossimi mesi sono previsti 3 workshops al fine di formare e sensibilizzare la più ampia comunità EUSAIR sul Green Deal e sui risultati del progetto e l’utilizzo delle linee guida.

Durante l’implementazione del progetto, analizzeremo e confronteremo le pratiche di governance EUSAIR pre-Covid19 acquisendo informazioni sugli eventi organizzati nel 2018. Questo ci consentirà di definire le linee di base e stabilire traguardi e obiettivi (2025-2030-2050). Successivamente, sarà sviluppato un sistema di monitoraggio e una strategia/linee guida pratiche per organizzare eventi sostenibili dopo il periodo di emergenza sanitaria. Inoltre, sono previsti 3 workshop al fine di formare e sensibilizzare la più ampia comunità EUSAIR sul Green Deal, sui risultati del progetto e sull’utilizzo delle linee guida.

 

Gli obiettivi di questa azione sono:

– migliorare la conoscenza e la consapevolezza della comunità EUSAIR sull’adozione del consumo sostenibile;

– migliorare le capacità degli implementatori EUSAIR nell’attuazione di politiche di efficienza delle risorse che promuovono l’ecoinnovazione e la crescita verde attraverso gli appalti pubblici verdi (GPP), principalmente utilizzando nuovi criteri di aggiudicazione in bandi e gare che prestano particolare attenzione alle considerazioni ambientali;

– stabilire principi di sostenibilità (limitazione del monouso, mobilitazione del potenziale di digitalizzazione delle informazioni sui prodotti, circolarità nei processi di produzione, rendere il “riciclato nell’UE” una pratica abituale, ecc.);

– ridurre l’impronta di carbonio e ambientale della comunità EUSAIR;

– sostenere la trasformazione verde della comunità EUSAIR, con orientamento, formazione e diffusione di buone pratiche e incoraggiare la comunità a partecipare all’iniziativa “Acquirenti pubblici per il clima e l’ambiente”, che faciliterà gli scambi tra gli acquirenti impegnati nell’attuazione del GPP;

– promuovere l’apprendimento interregionale e lo sviluppo delle capacità sugli obiettivi sopra descritti attraverso 3 workshop interregionali.

 

RISULTATI ATTESI:

Task 1 – Stabilire indicatori

– Stabilire indicatori tenendo conto dei seguenti esempi:

o Appalti pubblici verdi,

o Calcolo e statistiche dell’impronta ecologica e del carbonio.

o Pratiche verdi applicate dalle parti interessate della comunità EUSAIR in

loro vita lavorativa quotidiana.

Task 2 – Stabilire linee di base, traguardi e obiettivi (2025, 2030 e 2050)

– Stabilire le linee di base riferite all’anno 2018;

o Analizzare e confrontare le pratiche di governance EUSAIR pre-COVID

– Stabilire traguardi e obiettivi (2025, 2030 e 2050);

– Produrre un piano completo per aumentare l’obiettivo climatico della governance EUSAIR per obiettivo di almeno il 55% di riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2030 rispetto a linee di base e verso la neutralità climatica entro il 2050. L’idea qui è di considerare il nuovo la realtà dopo la vaccinazione ha raggiunto un livello che consentirà di nuovo gli incontri fisici.

Task 3 – Strumenti di monitoraggio

– Stabilire quadri per il monitoraggio e l’analisi della transizione verso un verde funzionamento di EUSAIR e supportare il Facility Point e le parti interessate / implementatori nel misurare i propri progressi alla luce degli indicatori stabiliti nella Task 1.

Task 4 – Strategia e linee guida per gli organi di governo e le parti interessate EUSAIR

– Produrre sia una strategia che linee guida pratiche per la nuova realtà che sarà guidati da soluzioni sostenibili per incontri fisici e adozione di nuovi standard che trascendono i vincoli dei paesi partner di EUSAIR. Le linee guida dovrebbero:

o Promuovere comportamenti rispettosi dell’ambiente tra gli implementatori chiave di EUSAIR e le parti interessate

o Aiutarli a decidere quando un incontro di persona è necessario o potrebbe essere sostituito da uno online. Fornire suggerimenti e suggerimenti su come eseguire un’attività efficiente e meeting/workshop/conferenza online dinamici

o Fornire suggerimenti e suggerimenti su come organizzare riunioni ibride e sostenibili (questo dovrebbe essere un’opzione sempre disponibile)

o Fornire informazioni su come sviluppare migliori pratiche di approvvigionamento in linea con il Green Public Procurement (GPP)

Task 5 – Green Deal EUSAIR

– Sostenere la trasformazione verde della comunità EUSAIR, con orientamento, formazione e diffusione di buone pratiche e incoraggiare questa comunità a partecipare al Iniziativa “Acquirenti pubblici per il clima e l’ambiente”, che faciliterà gli scambi tra gli acquirenti impegnati nell’implementazione del GPP;

– Promuovere l’apprendimento interregionale e lo sviluppo delle capacità sugli obiettivi descritti il ​​4 primi compiti sopra attraverso 3 workshop interregionali

 

Questa azione sarebbe un’importante faro nella prospettiva della trasformazione verde e digitale della regione adriatica e ionica e non solo.

Il Forum AIC è coordinatore del progetto e coopera per la sua implementazione con l’agenzia T33 e con l’Università di Padova.

 

Riferimenti e contatti:

E-mail address: segreteria.forum@marche.camcom.it